a

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer. Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollicitudin, lorem quis.

a

Latest News

    No posts were found.

Le emozioni collegate al nostro corpo

Le emozioni collegate al nostro corpo

Le emozioni che reprimiamo si ripercuotono nel nostro corpo in corrispondenza degli organi, della colonna vertebrale e dei chakra.

Occorre cercare le cause e non sopprimere il sintomo per raggiungere la vera guarigione…

Qui di seguito il significato di diverse patologie:

DIARREA: collegata al panico;
DOLORE AL FEGATO: rabbia
INFEZIONI URINARIE: difficoltà a trovare il nostro posto nella vita
OTITI E MALE ORECCHIO: qualcosa che non vogliamo sentire o qualcosa che non ascoltiamo
DOLORE AL PETTO E MAL DI GOLA: qualcosa che non osiamo dire
DOLORE AL GINOCCHIO: il rifiuto a cedere e a obbedire o di sottomettersi
MAL DI SCHIENA: paura del futuro, del cambiamento o di perdere soldi
MALE AL COLLO, TORCICOLLO: intransigenza e rigidità
DOLORE ALLE SPALLE: un conflitto con l’autorità
PESO ALLE SPALLE: caricarsi di troppe responsabilità
DOLORE AI DENTI, AFTE E ASCESSI: affrontare persone o situazioni senza potersi esprimere
DOLORE PIEDI E CAVIGLIE: incapacità di procedere nella vita

 

Con la Pranoterapia si possono alleviare alcuni sintomi, dare vitalità alla persona e capire quali chakra non sono in equilibrio e a quali organi sono collegati.

 

LA COLONNA VERTEBRALE

L’influenza delle nostre emozioni negative, delle nostre tensioni e dello stress accumulato, hanno un impatto diretto sui dolori di schiena.

Il dolore nella colonna vertebrale esprime un significato emotivo a seconda della vertebra dolorante:

C1 = idee che continuano a girare per la testa
C2 = abnegazione
C3 = essere in base a quel che si fa
C4 = collera, sensi di colpa
C5 = dire, esprimersi
C6 = portare la croce di un altro
C7 = paura di non saper far fronte alle situazioni
T1 = paura della perdita, lutto
T2 = soffocamento
T3 = fobie, senso di ingiustizia
T4 = paura di amare e di essere amati
T5 = paura di perdere la propria vita
T6 = non digerire, gelosia
T7 = essere al limite, conflitti familiari
T8 = ossessione del fallimento
T9 = paura dell’abbandono, di essere intrappolati
T10 = perdita del territorio, limiti
T11 = scarso valore della propria immagine esteriore
T12 = paura della propria imperfezione
L1 = insicurezza, timore di essere derubati
L2 = umiliazione
L3 = tradimento
L4 = rifiuto della sessualità
L5 = peso sulle spalle
SACRO = essere sotto il potere di qualcuno o qualcosa
COCCIGE = credenze

La malattia non deve fare paura, va piuttosto accettata e compresa.

Una volta riconosciute le emozioni negative che l’hanno innescata, sarà più facile rimuoverle e stimolare la guarigione.

 

Prenota ora il tuo Appuntamento al 3477711302

Erika Nagliati