Artiglio del diavolo e arnica


Lo Studio L’Essenziale mette a disposizione dei clienti le migliori creme per la cura di alcune patologie come l’artrite o altre forme di dolore e infiammazione alle articolazioni o alla schiena: l’artiglio del diavolo e la crema all’arnica.

Artiglio del diavolo
L’artiglio del diavolo (Harpagophytum procumbens) è un antinfiammatorio naturale utile per alleviare sintomi infiammatori, risolvere problemi legati alla digestione, ridurre il dolore e persino per trattare alcuni sintomi della gravidanza.
Rappresenta una valida soluzione per molti tipi di dolore di origine infiammatoria, sia acuta sia cronica.
L’artiglio del diavolo è utile per la cura di vari problemi del sistema osteo-articolari e nelle situazioni che causano dolore e infiammazione come tendiniti, osteoatrite, artrite reumatoide, mal di schiena, mal di testa da artrosi cervicale, dolori generici alla cervicale, contusioni, sciatica, artrite, artrosi.

I migliori benefici dell’artiglio del diavolo

Sollievo dall’artrite: l’artiglio del diavolo sembra avere la capacità di ridurre i sintomi dell’osteoartrite.
Favorisce la perdita di peso: Questa radice contribuisce a bloccare o a rallentare l’azione della grelina, l’ormone che stimola l’appetito. Come stabiliti da alcuni studi, riducendo i morsi della fame, è possibile ristabilire il livello di appetito nella norma, favorendo la perdita di peso.
Antidolorifico naturale: l’artiglio del diavolo riduce il dolore infiammatorio.
Combatte l’infiammazione cronica: l’artiglio del diavolo contribuisce ad inibire la molecola Tumor Necrosis Factor Alfa (TNF-alfa), una citochina deputata a inviare un segnale cellulare che dà il via all’infiammazione. Quando, infatti, la citochina TNF-alfa è sovraprodotta dalle cellule, si instaura una condizione di infiammazione cronica che può portare a varie condizioni patologiche anche gravi, come la psoriasi, l’artrite reumatoide, l’artrite psoriasica e la sindrome dell’intestino irritabile.
È ricco di antiossidanti: l’artiglio del diavolo risulta “naturalmente ricco in antiossidanti idrosolubili”.
Mantiene i reni in salute: l’artiglio del diavolo favorisce il trattamento di alcune patologie renali, conosciute come malattie glomerulari.

In conclusione, se siete alla ricerca di un valido supporto totalmente di origine naturale che possa sostituire o incrementare l’azione degli antinfiammatori chimici, l’artiglio del diavolo, presente nei vari tipi di preparati sistemici da assumere per via orale, oppure in crema o pomata da applicare sulla zona interessata, rappresenta una valida soluzione per molti tipi di dolore di origine infiammatoria, sia acuta sia cronica.

Arnica

L’arnica (Arnica Montana) è uno tra i più utilizzati rimedi naturali per il trattamento di comuni disturbi legati al sistema cutaneo e all’apparato osteoarticolare.

Le proprietà dell’arnica

Le principali proprietà dell’Arnica sono: antiinfiammatoria, antimicrobica, antinevralgica, anti traumatica, analgesica.
L’arnica è in grado di disinfiammare, lenire e alleviare contusioni, distorsioni, contratture muscolari, e anche disturbi di natura artritica, per la sua capacità di stimolazione dei liquidi sinoviali.
L’arnica in crema è utile in caso di follicolite, acne e punture d’insetto in quanto calma gli stati irritativi, eventuali infiammazioni della cute e infezioni locali e placa il prurito.

La pomata di arnica è utile quando accusiamo dolori al tratto cervicale e lombare, per posture errate, per colpi d’aria.
Rimedio efficace per problematiche articolariche possono colpire ginocchia, caviglie, spalle, polsi o gomiti: svolge un’azione antinfiammatoria, decongestionante, rilassante.
L’arnica in crema è indicata per tutti quei traumi di natura sportiva come slogature, contusioni, crampi, ma anche borsiti, talloniti, tendiniti: riduce edemi, gonfiori, lenisce dolori da contratture muscolari per le sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie.
Il gel di arnica può essere adottato anche come rimedio di pronto intervento per i bambini, in caso di caduta, piccoli traumi da “gioco”: possiamo quindi applicare la pomata in presenza di lividi, gonfiori, dolori generici da contusioni.

Le soluzioni per uso topico, sia gel sia pomata possono essere applicate 2 o 3 volte al giorno sulla parte colpita; è sufficiente poco quantitativo di prodotto da massaggiare sulla zona fino a totale assorbimento.

Per quei dolori di natura reumatica o di postura scorretta che generalmente colpiscono il tratto cervicale e lombare possiamo potenziare l’effetto dell’arnica in crema coprendo la parte con un panno caldo.

Controindicazioni

L’arnica può prefentare effetti collaterali e controindicazioni. È necessario applicare le formulazioni farmaceutiche a base di Arnica solo sulla pelle non danneggiata. Evitare l’ingestione del prodotto che risulta essere velenoso.
Alle alte concentrazioni, l’Arnica può provocare formazione di vescicole e necrosi cutanea. L’uso prolungato può determinare l’insorgenza di dermatiti in forma pustolosa.
L’arnica in crema è indicata per tutte quelle lesioni che vedono la pelle integra. Non deve essere applicata invece in caso di ferite aperte, ulcere, escoriazioni, perché ne sortirebbe un effetto irritante per la pelle e una forte sensazione di bruciore.

Prenota ora il tuo Appuntamento al 3477711302